SlowMachine vince il bando “a casa nostra”

SlowMachine è tra le 8 compagnie venete vincitrici del bando “A casa nostra” promosso e sostenuto dalla Regione del Veneto, realizzato dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza in collaborazione con Arteven e con il Teatro Stabile del Veneto, indetto per riattivare la circolazione e la produzione teatrale e artistica delle compagnie venete sul territorio. Il progetto “A casa nostra” è ad oggi importantissimo perché sostiene la ripresa delle attività dopo la sospensione degli spettacoli per le misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia COVID-19 ed è dedicato a percorsi multidisciplinari mirati a rafforzare la capacità produttiva, distributiva e di promozione delle compagnie teatrali del Veneto per la produzione di creazioni teatrali e di performing arts. Il coordinamento artistico del progetto, che viene realizzato nell’ambito dell’Accordo di programma Regione del Veneto. L.R. 22 febbraio 1999, n.7 – art. 51, è affidato a Giancarlo Marinelli, scrittore e regista.
SlowMachine, conferma il suo interesse all’innovazione dei linguaggi e alla commistione artistica, realizzando un innovativo e multiforme progetto composto da tre principali appuntamenti presso il Teatro Comisso di Zero Branco in Provincia di Treviso, una minirassegna tra lavori di repertorio, novità, progetti inclusivi, audience development e residenza. A breve i dettagli sul programma che, come si può immaginare, sta aspettando di essere definito in base all’andamento della crisi sanitaria e alle nuove disposizioni.

Condividi l’articolo:

More to explorer

DEBUTTO A OPERAESTATE FESTIVAL 2022

12 agosto 2022/ ore 21:00 Slowmachine con Rajeev Badhan firma un omaggio al documentarista veneto Giuseppe Taffarel, di cui ricorre il centenario

Leave a Reply