NOTTI

Sabato 16 Marzo 2019

CREDITS

ideazione Rajeev Badhan_Elena Strada, da “Le notti bianche” di Dostoevskij, regia Rajeev Badhan, visual Emanuele Kabu,  cast in via di definizione, produzione SlowMachine con il sostegno di FUnder35 e Cariverona

Nuova produzione di SlowMachine che prende spunto dal celebre racconto di Dostoevskij “Le notti bianche” per riflettere sulla fragilità di quel sentimento definito “amore”, sulle interferenze della realtà virtuale nelle relazioni interpersonali e sulle aspettative delle nuove generazioni a confronto con questi argomenti, aggiungendo un nuovo tassello alla personale ricerca della compagnia sui linguaggi e le tematiche del contemporaneo e sulla multidisciplinarietà artistica.

SLOWMACHINE

Contenitore che racchiude in sé vari progetti artistici a cura di Rajeev Badhan ed Elena Strada. Nasce nel 2012 con l’esigenza di creare un polo di sperimentazione che coniugasse l’ideazione, la realizzazione e l’interazione di lavori teatrali e video. Dal 2014 prende vita il progetto “Fare un Luogo” presso il Teatro Comunale di Belluno, in collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti e il Comune di Belluno, che porterà alla realizzazione della nuova Stagione del Teatro Comunale “BELLUNO MIRAGGI“. Nel 2016 vince il bando fUNDER35 per le imprese culturali under 35 con il progetto “Radici Nelle Dolomiti”. Dal 2015 inoltre SlowMachine sta portando avanti un progetto di riqualificazione dello spazio HANGAR11 presso l’ex-caserma Piave, luogo abbandonato da oltre quindici anni che, passo dopo passo, si sta trasformando in un nuovo spazio teatrale per la città di Belluno. SlowMachine, con la regia di Rajeev Badhan, nel 2017 produce gli spettacoli “Lo Zoo di Vetro” da T. Williams e “HOME” vincitore del bando ministeriale MigrArti 2017 e del bando ANCI Giovani RiGenerAzioni Creative. Nel 2014 dà vita allo spettacolo/performance “Primo Canto per Voce e Tempesta”. Nel 2013 produce lo spettacolo “Il Giardino delle Rose”. Nel 2012 vince il bando di residenza promosso da C32 Performing Art Workspace, presso il Parco del Contemporaneo-Forte Marghera dove è stato portato a compimento lo spettacolo “VideoDran”, progetto d’esordio della compagnia.