BELLUNO MIRAGGI I EDIZIONE

STAGIONE TEATRALE 2014/2015
TEATRO COMUNALE DI BELLUNO 
DIREZIONE ARTISTICA RAJEEV BADHAN / ELENA STRADA
 

Un teatro come opera d’arte, come un Miraggio che sappia destare dall’orizzonte del quotidiano procedere”. A seguito della nascita della “Residenza Teatrale Bellunese” , SlowMachine presenta la sua prima stagione teatrale “BELLUNO MIAGGI”. Un progetto che volge lo sguardo e punta su artisti di livello internazionale, su nuove realtà nazionali e venete e sul coinvolgimento del territorio in prima persona come la collaborazione con il pittore bellunese Ericailcane. Una nuova spinta culturale per la città, ma anche per tutto il territorio Bellunese e non solo, ideato e sotto la direzione artistica di Rajeev Badhan ed Elena Strada, in collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti e il supporto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Belluno.

Riteniamo che una stagione non sia solo una programmazione di spettacoli, ma un progetto, un processo di dialogo esperienziale, formativo e di crescita. Pur nelle difficoltà del momento siamo riusciti a costruire una stagione che sia in grado di creare un collegamento diretto tra il teatro e il luogo in cui tale realtà culturale si colloca e che porti nel territorio Bellunese importanti artisti internazionali, nuove drammaturgie e ben 2 prime regionali. Una Stagione che spazia nelle proposte, che parla molti linguaggi, dedicata a molti occhi, perché il teatro possa essere molto più di quello che tanti generalmente identificano come tale. Una programmazione che siamo convinti possa dare luce all’offerta culturale della città, a tutta la provincia e che renda il Teatro Comunale di Belluno un palcoscenico di prestigio a livello nazionale. Un ringraziamento è diretto all’Amministrazione del Comune di Belluno, al Sindaco Jacopo Massaro e al’Assessore alla Cultura Claudia Alpago Novello per la stima e la fiducia dimostrata, alla Fondazione Teatri delle Dolomiti ed il suo Presidente Renzo Poloni per il confronto costruttivo e il dialogo e alla Ser.Sa spa di Belluno e al suo amministratore unico Maurizio Busatta, all’artista Ericailcane e a tutti coloro che hanno reso possibile questo progetto

La Direzione Artistica

Rajeev Badhan

Elena Strada

SABATO 17 GENNAIO

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

Durata: 75′

RACCONTI DI GIUGNO incontro con se stesso

di e con Pippo Delbono

“Delbono si guarda dentro senza mai dimenticare quel che lo circonda in una una serata-confessione di grande spessore emotivo e intellettivo”

Franco Quadri, La Repubblica

VENERDÌ 20 E SABATO 21 FEBBRAIO

Durata: 75′

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

IL GIARDINO DELLE ROSE

SLOWMACHINE. di: Elena Strada regia: Rajeev Badhan scene e musiche : Giulia Casari costumi : Alessandra Zanini maschere : Lucio Serpani con Elena Strada, Eliseo Cannone Diego Giannettoni e Luigi Rizzo.

SABATO 7 MARZO

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

Durata: 60’

MIO FIGLIO ERA COME UN PADRE PER ME

FRATELLI DALLA VIA

di: Marta Dalla Via e Diego Dalla Via con: Marta Dalla Via e Diego Dalla Via scene e costumi Diego e Marta Dalla Via partitura fisica Annalisa Ferlini direzione tecnica Roberto Di Fresco assistente di produzione Veronica Schiavone

Premio Scenario 2013 e Premio Hystrio-Castel dei Mondi 2014

SABATO 21 MARZO

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

Durata: 75′

Prima Regionale

HOW LONG IS NOW #BELLUNO

BALLETTO CIVILE

ideazione e coreografia: Michela Lucenti musica originale eseguita dal vivo: Julia Kent script: Maurizio Camilli liriche: Sara Ippolito danzato e creato da: Maurizio Camilli, Andrea Capaldi, Ambra Chiarello, Francesco Gabrielli, Sara Ippolito, Chris Knight, Maurizio Lucenti, Michela Lucenti, Carlo Massari, Alessandro Pallecchi, Gianluca Pezzino, Emanuela Serra, Giulia Spattini, Chiara Taviani

e gli ospiti della casa di riposo Maria Gaggia Lante di Belluno che hanno svolto un laboratorio dal 10 al 20 Marzo 2015

“La potremmo definire, “How Long Is Now”, un’opera dove il passo danzato prende il posto della parola, la completa, la arricchisce e la carica di forza emotiva.”

Davide Sannia KLP

DOMENICA 12 APRILE

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

Durata: 80′ 

HOTEL PARADISO

FAMILEI FLÖZ

regia: Michael Vogel un’opera di: Anna Kistel, Frederik Rohn, Hajo Schüler, Michael Vogel, Nicolas Witte, Sebastian Kautz, Thomas Rascher con: Anna Kistel/Marina Rodriguez Llorente, Sebastian Kautz/MatteoFantoni, Daniel Matheus/Frederik Rohn, Nicolas Witte/Thomas Rascher maschere: Hajo Schüler, Thomas Rascher

“Senza parole eppure così espressiva, struggente e allo stesso tempo piena di gioia, questa è una magistrale commedia.”

the Guardian (UK)

SABATO 18 APRILE

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

Durata 60′

Prima Regionale

LA MERDA

SILVA GALLERANO/CRISTIAN CERESOLI

FINGE FIRST AWARD 2012 FOR WRITING EXCELLENCE, THE STAGE AWARD 2012 FOR ACTING EXCELLENCE ARCHES BRICK AWARD 2012 FOR EMERGING ART, TOTAL THEATRE AWARD 2012 (NOMINATION) FOR INNOVATION PREMIO DELLA CRITICA 2012 MIGLIOR SPETTACOLO JOURNALISTS’ JURY AWARD GIOVANI REALTÀ DEL TEATRO, AUDIENCE AWARD GIOVANI REALTÀ DEL TEATRO, EDINBURGH FRINGE SELL OUT SHOW 2012 AND 2013

“Rabbia pasoliniana, recitazione sublime.”

Radio 3

“Un grido di dolore. Uno stimolo a liberare il nostro paese.”

L’Unità

“Critiche entusiastiche e pioggia di premi per il monologo rivoluzionario.”

Sole 24 Ore

SABATO 2 MAGGIO

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

Durata: 90’

THANKS FOR VASELINA

CARROZZERIA ORFEO

di: Gabriele Di Luca regia: Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi con: Gabriele Di Luca , Massimiliano Setti, Beatrice Schiros, Ciro Masella, Francesca Turrini

Premio Last Seen 2013 di Klp come migliore spettacolo dell’anno.

 

SABATO 30 MAGGIO

TEATRO COMUNALE DI BELLUNO ORE 20:45

Durata: 60’

FINALE DI PARTITA + concerto e brindisi di fine stagione

TEATRINO GIULLARE

di Samuel Beckett interpretato e diretto da: Teatrino Giullare Traduzione: Carlo Fruttero Scenografia e pedine: Cicuska Maschere: Fratelli De Marchi

Premio Speciale Ubu 2006
, Premio Nazionale della Critica 2006
 , Premio Della Giuria Al 47^ Festival 
Internazionale Mess Di Sarajevo 2007

Una rappresentazione da antologia destinata a rimanere nella memoria”. 

Franco Quadri, La Repubblica