REZZA MASTRELLA

VENERDì 22 APRILE

REZZA MASTRELLA

FRATTO X

di Flavia Mastrella Antonio Rezza con Antonio Rezza e con Ivan Bellavista
(mai) scritto da Antonio Rezza habitat di Flavia Mastrella

Una produzione RezzaMastrella
Fondazione TPE TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello

Si può parlare con qualcuno che ti dà la voce?


Si può rispondere con la stessa voce di chi fa la domanda?


Due persone discorrono sull’esistenza.


Una delle due, quando l’altra parla, ha tempo per pensare:
sospetta il tranello ma non ne ha la certezza.

La manipolazione è alla base di un corretto stile di vita.

Per l’ennesima volta si cambia forma attraverso la violenza espressiva.

Mai come in questo caso o, per meglio dire, ancora come in questo caso,

L’odio verso la mistificazione del teatro, del cinema, della letteratura è implacabile.

Il potere sta nel sopravvivere a chi muore.

Noi siamo pronti a regnare. Bisognerebbe morire appena un po’ di più.

 

Antonio Rezza

“Durante lo spettacolo sono due i pensieri che mi rimbalzano in testa: il primo è che voglio andar via, perché sto male dalle risa. E non mi era mai successo. Rezza è come la peste, Artaud sarebbe orgoglioso di lui. Il secondo riguarda il motivo principale per cui sto in sala: cosa se ne fa uno che riempie un teatro da solo per oltre un mese (a Roma forse succede solo con Gigi Proietti) di una recensione? Della mia e di tutte quelle che ho letto, che poi dicono sempre le stesse cose, facendo a gara a chi tesse elogi più complicati. Ciò che succede in teatro con Rezza/Mastrella è devastante, debordante; investe e spazza via tutte le parole che si possano scrivere per descriverlo o commentarlo”.

Simone Pacini, Krap’s Last Post

“Qualcuno poteva forse pensare che, col trascorrere degli anni, il fenomeno Antonio Rezza-Flavia Mastrella fosse destinato a trovare un po’ di pace, se non il senso della ragione; e invece questa ragione ha sviluppato i suoi artigli fino a raggiungere la follia pura, ma elaborando il pensiero con un’acutezza così forsennatamente logica da fare a pezzi la sedicente realtà, assunta e cavalcata con criteri rigorosamente matematici”.

Franco Quadri

“Rezza (e Mastrella) non è solo un comico: è un intellettuale inquieto che attraverso la risata distrugge credenze, illusioni, sicurezze, apparenze. In cerca dell’altro Io, degli altri Io: che seppelliamo tutti i giorni”.

Massimo Marino, Corriere della Sera

FLAVIA MASTRELLA E ANTONIO REZZA

Dal 1987 hanno realizzato dodici opere teatrali interpretate da Rezza.

Estratti di queste opere sono state trasmesse da RAI 1, RAI 2, CANALE 5, TMC, VIDEOMUSIC, ITALIA UNO, LA SEPT ART e pluripremiate nei maggiori festival nazionali della comicità (Cetona, Forte dei Marmi, Grottammare, Polverigi). Dal 1991 realizzano numerosi cortometraggi premiati nei più prestigiosi circuiti e festival cinematografici e dal 1998 Antonio Rezza pubblica numeroso romanzi editi da Bompiani Sempre nel ‘98 l´Istituto italiano di cultura a Parigi dedica a RezzaMastrella una retrospettiva sulle opere teatrali e cinematografiche. Nel 1999 curano per RAI 3 la regia della trasmissione televisiva Troppolitani. Realizzano per Radio 3 la trasmissione Dai piedi all´ego. Nel 2001 il secondo lungometraggio Delitto sul Po viene presentato al Torino Film Festival e al Festival dei Due Mondi di Spoleto. Arcipelago Festival dedica loro una personale. Nel 2006 realizzano lo spettacolo Bahamuth. Nel 2008 Antonio Rezza vince il premio Feronia con il romanzo Credo in un solo oblio. Alla fine del 2009 debutta al teatro Astra di Torino lo spettacolo 7-14-21-28 prodotto dalla Fondazione T.P.E., Teatro 91 e da Rezza Mastrella. Nel gennaio del 2010 hanno presentato, a Madrid e a Valencia, Pitecus in lingua spagnola. Nel 2011 presentano 7-14-21-28 al Théâtre de la Ville di Parigi all´interno del Festival Face à Face. Nell´Aprile del 2012, edito da Barbès, è uscito il libro La noia incarnita – il teatro involontario di Flavia Mastrella e Antonio Rezza a cura di Rossella Bonito Oliva. Nel Novembre dello stesso anno ha debuttato a Torino e a Roma l´ultimo spettacolo Fratto_X, in coproduzione con la Fondazione TPE di Torino e con la Fabbrica dell´Attore – Teatro Vascello di Roma. A Maggio 2013 gli viene assegnato il Premio Hystrio-Altre Muse. Nell´Ottobre del 2013 hanno presentato 7-14-21-28 al Theatre Center Na Strastnom di Mosca, nell´ambito del VI International Theatre One-Man Production Festival. Nel Dicembre 2013 è stato loro conferito il Premio Speciale UBU 2013 “per il lucido percorso di scavo nella crudeltà ottenuto attraverso il genio sfrenato di un attore e l´intuito plastico di un´artista visiva originale”. A Gennaio 2014 Flavia Mastrella espone al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna la mostra Sculture in tasca. L’esaltazione dell’insignificante.